La Psiche In Cammino

Camminando si apprende la vita,
camminando si conoscono le persone,
camminando si sanano le ferite del giorno prima.
Cammina, guardando una stella, ascoltando una voce,
seguendo le orme di altri passi.
(Ruben Blades)

Dopo un primo esperimento, ben riuscito, di condivisione di un contributo narrativo arricchente e vicino alla nostra professione, ritengo sia giunto il momento di collaudare seriamente quello che, da sempre e da subito, è stato il mio intento rispetto a questo spazio che, non a caso, ha preso il nome di  SPAZIO D’INCONTRO.

Ho trovato il tema del cammino molto vicino al mio modo di essere, sia come persona, sia come professionista.

Quando esploriamo noi stessi intraprendiamo una strada che non sappiamo dove ci condurrà, ma che, sicuramente, ci porterà a metterci in contatto con parti di noi, lontani dalla quotidianità, dai rumori, da ciò che riteniamo di sapere e conoscere.

Un cammino metaforico, sicuramente, ma che molto ha a che fare col distacco dalle sovrastrutture e dai ruoli attribuiti.

Uno spazio in movimento, in cui il nostro Immaginario prende forma e produce contenuti che trasformeranno la nostra visione di noi stessi e della vita.

There is no way for happiness” diceva il Buddha “happiness is the way

Qui parliamo di cammini reali, ma anch’essi simbolici e metaforici, grazie al Dott. Gianni Clemente, che ha dedicato gran parte del suo lavoro a questa passione e a questa incredibile risorsa psicologica.

Vi lascio alla lettura del suo articolo, annunciando, a mia volta, un cammino di condivisione di idee, progetti, racconti, storie, di professionisti, narratori, cantastorie che arricchiranno questo mio spazio con la loro generosa umanità.

Spero possa essere di vostro gradimento e che possiate trovare suggerimenti e desiderio di partecipare alla condivisione, entrando nel nostro CERCHIO MAGICO.

A presto (con un’altra sorpresa).

Il potere rigenerante dei cammini – Dott. Gianni Clemente – Psicologo

Se senti il bisogno di rinnovare la tua vita, potresti valutare l’opportunità di incominciare a camminare, dedicando per esempio alcune ore alla settimana.

L’atto del camminare in sé è molto semplice e consiste nel ripetere moltissime volte l’atto del passo. Potrebbe essere difficile fare questo in un ambiente di città. Allora se hai più tempo a tua disposizione, oppure decidi di prenderti più tempo, puoi metterti in marcia lungo un cammino sacro, cioè un sentiero creato dai pellegrini nei millenni per raggiungere una meta religiosa. Il più celebre in Europa è il Cammino di Santiago di Compostela, che si snoda per 800 chilometri tra Francia e Spagna. Anche in Italia ci sono parecchie possibilità, una su tutte, la Via Francigena. Ma potresti scegliere di recarti fino in Giappone e percorrere il cammino degli 88 templi lungo circa 1200 chilometri!

Cosa avviene quando una persona decide di intraprendere per la prima volta un lungo cammino nella natura? Succede che vive un’esperienza inattesa e straordinaria, con molta probabilità uno dei momenti di maggiore intensità della sua vita.

Quando affronti un lungo cammino a piedi, scopri la tua forza interiore. Chilometro dopo chilometro, ti accorgi che diventi capace di superare le difficoltà, grandi e piccole, della vita

Il lungo cammino sacro a piedi è lento e faticoso, eppure è riconosciuto come un metodo efficace per rafforzarti e rigenerarti dal punto di vista fisico, psicologico e spirituale. Le ore che trascorri a camminare in uno stato di quiete, solitudine e silenzio – sia esteriore sia interiore – riempiono interamente le tue giornate.

Dopo un assestamento iniziale, nel quale lo spaesamento e la fatica possono prevalere sul resto, cominci pian piano a sentirti tutt’uno con il cammino e la natura circostante e a provare una forte sensazione di libertà dagli impegni e dalle costrizioni della vita.

Viaggiando con lentezza, benefici di un cambio del punto di vista e di prospettiva. Tutto ciò che di solito non noti e di cui non sei cosciente –  sensazioni fisiche, emozioni, pensieri, stimoli esterni – diventa realmente presente e vero.

Giorno dopo giorno, inoltre, sperimenti il valore simbolico della natura, che raggiunge direttamente l’inconscio e quindi ti porta a capire vedendo anziché pensando. Per esempio, il cielo è simbolo di immaterialità e di assenza di limiti, l’aria di freschezza e purezza, il sole di vitalità, luminosità, calore e benessere profondo.

Anche la via che percorri è ricca di luoghi simbolici, come ponti da attraversare, valichi da superare e torrenti da guadare: vivendoli nella loro pienezza, puoi trarne preziosi spunti di riflessione e trasformazione nella tua vita.

 

Gianni Francesco Clemente (1974), Psicologo, unisce le sue conoscenze in psicologia a un’autentica passione per i cammini a piedi. Come psicologo si occupa di riportare armonia nel disagio interiore delle persone. Si interessa in modo prevalente di ricerca, di ipnosi, di relazioni tra psicologia e religione. Segue con interesse i temi che legano la psicologia e la data science.  Ha pubblicato nel 2014 Psicologia dei cammini sacri e nel 2016 Il potere rigenerante del cammino di Santiago: in libertà per cambiare.  Puoi scaricare gratuitamente i riassunti dei libri di Gianni Clemente sul sito http://gianniclemente.it/ visitando l’area dei libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *